I saponi naturali : come agiscono efficacemente contro virus e batteri

In questi ultimi tempi il cruccio che preoccupa di più uscendo da casa è:

avrò le mani perfettamente pulite ?

 

La consapevolezza di quel che veicolano le nostre mani è aumentata, anche se per alcuni si tratta di una nuova scoperta.

Personalmente, per avere mani pulite, ho sempre evitato di toccare a mani nude superfici che non fossero quelle casalinghe, a volte rischiando anche cadute durante le frenate delle metropolitane.

Eh si…vi siete mai chiesti quante mani hanno afferrato prima di voi il sostegno della metro, dell’autobus, del treno su cui abitualmente viaggiate o il corrimano della scala mobile ? 

 Tante, troppe e qualcuno di queste probabilmente è stata veicolo di batteri e virus

Questa considerazione per dirvi che Nonna Rosetta ( di Casa Surace) ha ragione: occorre lavarsi le mani, bene, ogni volta che ne abbiamo la possibilità,rientrati in casa, prima di toccare cibo, fazzoletti, occhiali che poi indosseremo, sigarette (se non fumate è meglio), e soprattutto prima di portarle al viso.

Indipendentemente dal tipo di patogeno che circola !

Adesso è il Covid-19 domani sarà un banale batterio che potrà causarvi un’infezione curabile ma che poteva essere evitata.

 

Come agisce il sapone e perchè non tutti i saponi ed i detergenti sono attivi?

Lo so, ti ho appena fatto leggere qualcosa che non ti aspettavi. Non tutti i prodotti hanno la stessa efficacia.

 

 

 

Il nucleo dei virus, il suo cervello, è protetto da una membrana lipidica, sostanze grasse, al cui interno si inseriscono le strutture che gli permettono di agganciarsi ai recettori di alcune nostre cellule.

 

Saponi e alcool disintegrano queste barrette verdi creando dei fori alla membrana che causa la fuoriuscita del nucleo in arancione e quindi la morte del virus.

 Immagine pulp ma efficace.

Quest’azione di sfondamento riescono a farla solo alcune sostanze con caratteristiche chimiche precise, e cioè:

 

Saponi naturali

Detergenti aggressivi

Tensioattivi quaternari

Alcooli ( l’etilico è il più usato ed è per questo che ad oggi è esaurito sul territorio italiano e le ditte produttrici faticano a star dietro alle richieste. Quindi meno gel e più saponi 🙂  )

 

I detergenti agiscono “sgrassando” ma a meno che voi non siate abituati ad usare saponi liquidi contenenti SLES SLS (Sodio lauriletere Solfato e Sodio Lauril Solfato ) con conseguente secchezza della pelle, disidratazione e sensibilizzazione, i detergenti in commercio contengono tensioattivi che per essere meno irritanti hanno un potere lavante basso. (In termini tecnici si chiama S.A.L. Sostanza attiva lavante)

I tensioattivi quaternari sono usati spesso come alternativa dell’alcool etilico nei prodotti “che non bruciano” o come condizionanti per capelli.

 

Ti stai chiedendo come i saponi naturali sgrassano per bene, annientano il virus, e al tempo stesso rispettano la pelle ?

Il segreto sta nella composizione. 

Ti parlo dei miei saponi. 

Seleziono gli oli vegetali e li doso cosicché mentre li usi si sviluppi glicerina vegetale in modo naturale

Se hai usato un mio sapone avrai notato che a contatto con l’acqua, volta dopo volta, si crea uno strato gelatinoso in superficie. Quella è la preziosa glicerina naturale.

Ed è per questo motivo che il feedback più comune che ho da chi li usa è: 

Non seccano la pelle ma anzi la lasciano liscia e molto morbida.

 

Insomma chi lo avrebbe pensato, scrivendo le prime formule, di ottenere un prodotto che mentre si prende cura delle nostre mani e della pelle in genere riesce ad anniettare un malefico Virus come il Covid-19?

 

Adesso che ne sai una in più vuoi ancora continuare a stropicciare le tue mani con gel e detergenti troppo aggressivi? 

O vuoi provare i miei saponi?


PRIMAVERA IN ARRIVO

PRIMAVERA IN ARRIVO

La perfetta beauty routine per acne e pelle grassa

La primavera è la stagione che incoraggia ad adottare buone abitudini per la pelle con la promessa di mantenerle per tutto l’anno.

Per chi ha la fortuna di avere una pelle in buono stato le routine saranno mirate a reidratarla dopo le intemperie invernali, ad esfoliarla in modo da riscoprirne lo strato più fresco e illuminarla preparandola all’estate.

 

Ma chi con la pelle del proprio viso ha un rapporto poco buono perchè segnata da acne o è eccessivamente grassa?

Le ghiandole sebacee hanno un ruolo importante per la nostra pelle, non solo quella del viso, ma se funzionano male, se sono ostruite o se la produzione di sebo è eccessiva,  innescano il meccanismo della “pelle grassa” o seborrea che degenererà in acne o punti neri.

Una sovrabbondanza di sebo darà inizialmente l’effetto “pelle oleosa” con notevoli difficoltà, sul viso, a mantenere una buona gestione e durata del make up.

Per questo motivo impulsivamente si cerca rimedio nella regola degli opposti: usare prodotti sgrassanti che in prima istanza funzioneranno ma che a lungo andare spingeranno la pelle a produrre più sebo.

Il sebo e’ la nostra prima barriera difensiva

Questa sostanza infatti costituisce una barriera importantissima per la nostra pelle, quindi più ne cerchiamo di togliere più le nostre ghiandole risponderanno producendone.

Quando il canale di sbocco si occlude il sebo misto alle impurezze origina i cosiddetti punti bianchi, microcosmi in cui i batteri cattivi normalmente presenti sulla pelle prendono il sopravvento causando il tipico arrossamento attorno alla pustola.

Pratica comune che frequentemente ho notato da dietro il bancone della mia farmacia è l’uso orale di antibiotici specifici e topico di pomate con antibiotico e cortisone.

Sebbene in alcuni casi si renda necessario un approccio così aggressivo, nella stragrande maggioranza causano macchie permanenti nella zona del brufolo dovute alla loro azione fotosensibilizzante.

COSA HANNO NOTATO LE RAGAZZE CHE HANNO INSERITO I MIEI DETERGENTI SOLIDI NELLA LORO BEAUTY ROUTINE

Sostituire i detergenti con SLES, SLS e quelli aggressivi con sostanze antiacne con un detergente solido a base di olio d’oliva quotidianamente aiuta a lenire la pelle infiammata, pulisce i condotti sebacei e esfolia naturalmente lasciando la pelle liscia e levigata.

Il pH dei detergenti solidi permette di asportare anche i make up più resistenti quindi rappresenta una valida alternativa agli struccanti aggressivi.

E dopo aver deterso il viso?

Anche la pelle grassa o acneica ha bisogno di essere idratata e soprattutto elasticizzata.

La crema viso deve essere leggera, con oli vegetali ad azione antinfiammatoria, sostanze attive che aiutano a mantenere l’idratazione durante tutta la giornata ed estratti astringenti che dolcemente aiutano a mantenere la pelle pura.

Stendetene un velo la mattina prima del make up e una dose più abbondante la sera prima di andare a dormire in modo che agisca da sleeping mask ristorando la pelle durante il riposo notturno.

Adesso non vi resta che provare personalmente i miei consigli 😉