Olio extravergine di oliva: nuovi benefici per la pelle

Olio extravergine di oliva: nuovi benefici per la pelle

Sai che in Sicilia consideriamo l’olio d’ oliva il nostro oro verde?

Mettiti comoda e lascia che ti racconti.

Rispolvererò i miei quaderni di chimica dell’Università per illustrarti la composizione chimica, ti parlerò delle ultime scoperte circa le sue proprietà e del perchè ho voluto inserirlo nei cosmetici Farmaflo  e condividerò con te gli usi per cui l’ olio extravergine di oliva si presta.

Sei pronta? Andiamo.

Chimicamente è composto da due frazioni:

  • saponificabile
  • insaponificabile

Omega 3 trigliceridi

I trigliceridi appartengono alla frazione saponificabile

La frazione saponificabile deve il suo nome alla capacità di formare “saponi” reagendo con una soluzione basica di soda o di potassa ed è formata da trigliceridi, esteri di acidi grassi e glicerolo

Gli acidi grassi più comuni sono conosciuti come omega e vengono classificati in

Omega 3 Omega 6 e Omega 9

Osservando le formule, che mi sono divertita a scrivere- era dai tempi di chimica organica dell’Università che non disegnavo “casette delle api”- noterete che ogni acido grasso ha un numero di doppi legami differente in posizioni diverse.

Questa variabilità conferisce proprietà differenti e affinità diverse per le strutture della pelle.

Ecco perchè l’olio d’oliva, che ha una maggiore percentuale di omega 9 ha delle proprietà peculiari che l’olio di vinaccioli, caratterizzato dall’abbondanza di omega 6, non ha.

Acidi grassi o Omega

A seconda della quantità di doppi legami la molecola avrà proprietà differenti sulle strutture della pelle.

Concentriamoci sugli omega 9 dell’olio d’oliva.

La loro affinità con la membrana cellulare fa si che i cosmetici contenenti olio extravergine d’oliva abbiano una spiccata azione cicatrizzante e siano capaci, applicazione dopo applicazione, di riparare le lesioni della pelle che diventa man mano più tonica ed elastica.

Altri benefici sulla pelle dell’olio d’oliva sono legati alla capacità di favorire l’idratazione.

Sebbene l’olio sia una sostanza lipofila, grassa e non idrofila proprio grazie agli omega 9 capaci di ricostruire le membrane cellulari regola il processo fisiologico di perdita d’acqua chiamato perspiratio insensibilis mantenendolo nei giusti livelli

Questo è uno dei motivi per cui usando il sapone solido all’olio d’oliva la pelle rimane morbida e vellutata.

Per farti un esempio una mia amica che soffre di dermatite allergica alle mani trova sollievo e grande beneficio lavandole solo con il sapone solido Chi Fimmina, ed una compagnetta di mia figlia con dermatite atopica d’inverno riesce a mantenere la pelle meno screpolata usando regolarmente l’olio Chi Fimmina.

La seconda frazione, Insaponificabile, comprende quelle sostanze che lavorando in sinergia con la prima, fanno si che i benefici dell’olio d’oliva non finiscano qui.

Tra le sostanze insaponificabili troviamo:

Squalene

Fitosteroli ( Beta-siostosterolo, campesterolo, stigmasterolo )

Vitamine liposolubili ( Beta-carotene o proVit. A , Tocoferoli Vit. E)

Pigmenti (clorofilla)

Polifenoli ( miscela complessa tra cui spicca l’oleoperina)

Questi elementi conferiscono all’olio d’oliva anche proprietà antiossidanti che ne potenziano l’azione contro le rughe e la pelle irritata.

Siamo giunti alla conclusione del post ma prima lasciami condividere gli usi dei prodotti farmaflo a base di olio d’oliva di cui non potrai più fare a meno:

 

  • Antirughe: questo è facile. La crema viso Chi Fimmina dona ristoro anche alle pelli più secche e previene le rughe donando colorito roseo e uniforme alla pelle del viso

 

  • Idratante ed elasticizzante: nel sapone Chi Fimmina l’azione combinata di olio d’oliva e glicerina naturale lascerà le mani e la pelle del corpo morbida ed elastica

 

  • Cicatrizzante e ammorbidente: ho pensato la crema corpo della linea Chi Fimmina per coccolare la pelle normale e per ridonare morbidezza e compattezza alla pelle screpolata da dermatite, freddo, cloro, o agenti inquinanti

 

  • Riparatrice: l’olio d’oliva ripara tutte le membrane, incluse quelle di unghie e capelli. Tra un giro di semipermanente e l’altro prima di rimettere lo smalto faccio degli impacchi di olio Chi Fimmina sulle unghia, e nel frattempo lo massaggio su tutte le mani.

 

  • Detergente: stai pensando al sapone ed io ti voglio sorprendere dicendoti che anche i make up più resistenti cedono all’abbraccio dell’olio d’oliva dell’olio attivo Chi Fimmina. Si usato sul viso bagnato direttamente con i polpastrelli ha una meravigliosa azione detergente prendendosi cura della tua pelle. I residui di trucco intrappolati dall’olio potrai asportarli passando il sapone bagnato sul viso, massaggiandone la schiuma e sciacquando con acqua tiepida.

Adesso è proprio tutto.

So che già pensi alla morbidezza della tua pelle grazie all’uso quotidiano di prodotti all’olio extravergine d’oliva trapanese quindi ti facilito la vita e ti lascio il link diretto per l’acquisto

 

 

 

 

VOGLIO LA PELLE MORBIDA E VELLUTATA

STRESS OSSIDATIVO : COSA E’ E COME PREVENIRLO

STRESS OSSIDATIVO : COSA E’ E COME PREVENIRLO

Ciao in questo articolo voglio parlarti di stress ossidativo, benessere della pelle e di come sono strettamente correlati

Per stress ossidativo si intende la rottura dell’equilibrio fisiologico tra la produzione e l’eliminazione di sostanze chimiche altamente reattive chiamate “radicali liberi”

Prima di inoltrarci nel discorso lascia che mi presenti e ti dica perchè mi sta così a cuore questo argomento.

Mi chiamo Floriana Sergio e sono una farmacista cosmetologa che dopo 17 anni dietro il bancone di una farmacia ha deciso di concretizzare il sogno post laurea: studiare e produrre cosmetici efficaci innovando le ricette della tradizione usando prevalentemente materie prime siciliane ad alto valore scientifico.

L’ esperienza in farmacia mi ha fatto comprendere che se vogliamo  trovare una strategia terapeutica corretta, per ripristinare un equilibrio rotto (cura) o per mantenere in buono stato l’organismo (prevenzione) dobbiamo interrogarci sui fattori che intervengono nella questione.

Ecco perchè lo stress ossidativo è uno dei punti di partenza fondamentali per capire come mantenere bella ed in buono stato la nostra pelle.

stress-ossidativo

i Radicali liberi sono molecole altamente instabili con un solo elettrone nell’orbitale esterno

Chimicamente i Radicali liberi sono molecole con un elettrone spaiato nell’ultimo strato che devono appropriarsi di un altro elettrone da altre molecole per raggiungere l’equilibrio, creando composti instabili

Queste reazioni a catena finiscono con l’alterare irreversibilmente il substrato cellulare che viene aggredito.

Nei normali processi fisiologici i Radicali liberi sono uno strumento dell’organismo per il corretto funzionamento.

Nelle infezioni servono ad aggredire e rompere le membrane dei germi, negli stati infiammatori servono a lanciare dei segnali e quindi ad attivare i sistemi che portano alla risoluzione del problema.

 In condizioni patologiche o a causa di vari fattori esterni ( inquinamento, stress, fumo) l’organismo non riesce a far fronte con i suoi meccanismi cellulari antiossidanti  a neutralizzare queste molecole reattive che si accumulano reagendo con le strutture cellulari più deboli:

  • acidi grassi delle pareti cellulari (lipoperossidazione)
  • zuccheri e fosfati
  • proteine del nucleo centrale ( DNA e RNA)
  • enzimi

 

E quindi come fare?

Quando l’organismo non riesce a far fronte con antiossidanti endogeni, autoprodotti, è necessario rifornirlo dall’esterno; attraverso l’alimentazione e gli integratori, buone abitudini e cosmetici efficaci.

Alimentazione sana e bilanciata, integratori, attività fisica controllata e con le giuste pause di recupero a seconda dell’intensità, sono le strategie generali.

E sulla pelle? Come combattere lo stress ossidativo?

Con la giusta skincare routine

Tranquille niente di complicato e lungo. Sono la prima a cercare concretezza con pochi gesti.

Qui voglio condividere con voi la strategia antiossidante che ho messo a punto nei prodotti.

Disponiamo di due tipi di sostanze antiossidanti esogeni:

  • scavenger e chain breaker 
  • riparatori

I primi fungono da spazzini o bloccando la propagazione delle reazioni a catena, i secondi sono capaci anche di riparare i danni che i radicali liberi hanno già causato sul DNA cellulare.

Ci sono diverse soluzioni cosmetiche a riguardo, io ho scelto di percorrere la strada naturale e soprattutto siciliana.

L’estratto di foglie e nocciolino d’ulivo, della linea Chi fimmina, per esempio con l’alto contenuto di tirosolo e idrossitirosolo è capace di intervenire sul danno indotto dai Raggi Uv e dai blu ray (radicali liberi), l’estratto di capperi di Pantelleria agisce riducendo  l’infiammazione del tessuto e normalizzando i segnali, l’estratto di arancia rossa si comporta da scavenger accettando quell’elettrone dei radicali liberi che altrimenti ossiderebbe strutture della pelle come il collagene. Inoltre interagisce nei processi coinvolti nella produzione di melanina normalizzandone l’attività.

Ecco perchè la crema viso Donna Franca oltre ad essere attiva sulle rughe riesce ad uniformare il colorito del viso e a schiarire applicazione dopo applicazione le macchie cutanee.

Adesso conosci i meccanismi che stanno alla base dell’invecchiamento precoce della pelle e sai che con le vitamine siciliane puoi fronteggiarli.

Sei pronta a prenderti cura della tua pelle?