Fragole e le loro virtù

Se c’è un frutto che annuncia la primavera sono le fragole, i primi frutti di colore intenso che siamo tentati di comprare per sentirci definitivamente fuori dall’inverno.
I colori e i profumi intensi sono un richiamo per il nostro organismo che stanco dal freddo invernale necessita di cibi freschi e pieni di energia in grado di ricaricarlo, rivitaminizzarlo e predisporlo per la bella stagione.

La fragola nasce in Francia e le prime colture si datano agli inizi del Settecento. Appartiene alla famiglia delle Rosacee come le prugne e le ciliegie, e comprende circa 12 specie differenti nella forma e dimensione. Il suo colore acceso a maturazione completa è dovuto alla presenza di pigmenti antociani.
Questo frutto, formato dal 90% di acqua, ha un basso contenuto di carboidrati e grassi e un elevato contenuto di vitamine e minerali quali magnesio, potassio, calcio, arginina e arbutina.

Dal punto di vista nutrizionale le fragole sono un concentrato di principi attivi detossificanti, e per questo sono spesso inserite come ingrediente base nei regimi detox primaverili per stimolare la diuresi e alleggerire il carico del fegato. In particolare, quest’azione stimolante nei confronti del fegato sono avviate dalle antocianine, coadiuvate da acido p-cumarinico, acido clorogenico, acido oleico e linoleico. Inoltre, come effetto secondario ha anche la facilitazione della digestione dei grassi. Una coppa di fragole al naturale come conclusione di una libagione è sicuramente un valido coadiuvante per la digestione.

Le fragole hanno anche un alto contenuto in vitamina C che favorisce l’assorbimento del ferro a livello intestinale; l’alto potere antiossidante le rende capaci di coadiuvare l’organismo nella neutralizzazione delle nitrosammine assunte con cibi trattati con pesticidi e conservanti tanto da farle annoverare tra i cibi con un’azione anticancerogena.

Le fragole hanno delle buone proprietà anche dal punto di vista cosmetico. L’arbutina e la vitamina C hanno un’azione positiva sul controllo della melanina quindi, come altri frutti rossi, come il melagrano, le fragole hanno azione schiarente sulla pelle.
L’estratto di fragole, infatti, aiuta a ridurre le macchie della pelle e le lentiggini, ed è indicato anche nella cura dell’acne per le sue proprietà purificatrici.
I semini, opportunamente essiccati e standardizzati, sono degli ottimi inclusi per prodotti esfolianti: la loro dimensione permette di eliminare le cellule morte superficiali in maniera dolce e senza intaccare il film idrolipidico e di stimolare il microcircolo cutaneo.

Una buona assunzione di fragole fresche con la nostra dieta contribuisce a mantenere intatta la struttura del collagene esplicando un effetto antirughe dall’interno. L’alto contenuto di calcio, manganese e niacina invece rendono le fragole un alimento importantissimo per la rimineralizzazione di unghie e capelli che in questo periodo dell’anno risentono del depauperamento delle sostanze nutritive durante l’inverno.

Leggi anche:

.button-5900bf8e3e911 { margin-bottom: 15px; margin-top: 0px; min-width: 0px !important; } .button-5900bf8e3e911 { background-color:#f09f8c; } .mk-button.button-5900bf8e3e911.flat-dimension:hover { background-color:#dd3333 !important; color:#ffffff !important; }
Recommended Posts

Leave a Comment

nutrizionecosmesi