Drenanti o diuretici?

In estate non è poi così infrequente avere le gambe gonfie, complici i bagordi e le temperature invernali più rigide. Gambe gonfie e ritenzione idrica sono due problemi comuni: la soluzione sembra essere recarsi dal proprio medico curante che, il più delle volte, ci prescrive un diuretico.
Tuttavia questa non è sempre la soluzione migliore. Un’alternativa al classico diuretico, che ha un impatto forte sul sistema renale, è l’utilizzo di principi attivi drenanti di origine vegetale, che hanno un’azione più delicata e meno invasiva.
Un elenco di piante con azione drenante, che si possono trovare sotto fora di preparati, è il seguente:

  • Ananas
  • Pilosella
  • Centella asiatica
  • Rusco
  • Amamelide
  • Tarassaco
  • Betulla
  • Ippocastano
  • Mirtillo

Al contrario dei diuretici, che esplicano i propri effetti sul sistema renale, i principi attivi drenanti stimolano la circolazione linfatica e quindi promuovono il pssaggio dei fluidi dai vasi interstiziali, responsabili della ritenzione idrica, verso i vasi sanguigni. Da lì in poi i liquidi in eccesso verranno espulsi per via renale in maniera naturale e non forzata.
In aggiunta, la maggior parte dei composti drenanti hanno un alto contenuto di polifenoli con una spiccata attività protettiva nei confronti dei vasi capillari, e che favoriscono la contrazione naturale dei vasi sanguigni e il trasporto di liquindi appena immessi.
Alcuni drenanti, inoltre, hanno un’azione anche sul metabolismo: i principi contenuti nell’ananas, ad esempio, oltre a stimolare i meccanismi di cui abbiamo appena parlato, hanno anche un’azione brucia-grassi.

Dobbiamo sapere, infatti, che noi abbiamo due tipologie di circolazione:

  • circolazione sanguigna
  • circolazione linfatica

La circolazione sanguigna si svolge, come sappiamo, nel sistema circolatorio formato da arterie e vene; serve per trasportare nutrienti, ossigeno e altre sostanze utili a organi e tessuti da un lato, e cataboliti e prodotti di scarto dall’altro. Il mezzo attraverso cui avviene questo trasporto è, come è evidente, il sangue.
La circolazione linfatica avviene in vasi paralleli ad opera della linfa, e serve per il trasporto di sostanze che modulano il sistema immunitario e a rimuovere i fluidi in eccesso dai tessuti.

Il meccanismo primario su cui dover intervenire, quindi, è proprio la circolazione linfatica. I farmaci diuretici agevolano lo smaltimento dei liquidi attraverso la stimolazione dell’attività renale, ma agiscono soltanto sui liquidi presenti nel torrente circolatorio sanguigno. Ciò provoca di contro un’iperstimolazione dei reni e l’escrezione eccessiva di sostanze funzionali al nostro organismo come il magnesio (Mg++). L’impoverimento di magnesio nell’organismo provoca un senso di tristezza e depressione, fino a creare un disequilibrio dei sali a livello cardiaco e conseguentemente problemi cardio-circolatori.

Chiedete sempre un consiglio al vostro farmacista o, se preferite, scrivetemi. Sarò felice di aiutarvi!

Leggi anche:

.button-5900bf7977566 { margin-bottom: 15px; margin-top: 0px; min-width: 0px !important; } .button-5900bf7977566 { background-color:#f09f8c; } .mk-button.button-5900bf7977566.flat-dimension:hover { background-color:#dd3333 !important; }
Recommended Posts

Leave a Comment

benesserebenessere