Cos’è uno smoothie?

Con il termine smoothie si intende un frullato che coniughi nel suo insieme una o più componenti di frutta con la verdura. Condizione necessaria è avere un blender, che sia un frullatore classico, ad immersione o un mixer di ultima generazione poco importa, l’importante è che abbia delle lame per tagliare.

I sacchetti di plastica richiudibili sono una grande risorsa: vi permettono infatti di preparare le vostre porzioni di frutta e verdura la sera prima, o anche qualche giorno prima, metterla nel freezer e poi al mattino usarla direttamente congelata nel mix. In questo modo risparmierete tempo e otterrete uno smoothie adatto alle temperature estive. Contenitori e tazze col coperchio vi permetteranno di gustare lo smoothie appena fatto, di riporlo in frigorifero o ancora di realizzare un semplicissimo take away per la pausa in ufficio.

Questi gli strumenti indispensabili, adesso passiamo in rassegna gli ingredienti, divisi per categoria.

Frutta

Componente principale dello smoothie deve essere di buona qualità e possibilmente biologica, così da evitare anticrittogamici e fertilizzanti. È sempre meglio orientarsi sulla frutta fresca e di stagione ma è possibile anche utilizzare frutti di bosco congelati. Dal punto vista vitaminico la frutta dai colori rosso-viola-blu è ricca di antiossidanti, vitamina A e vitamina C, mentre quella dai colori giallo-arancio è ricca di vitamina E e di selenio.

Verdura

Importante quanto la frutta in uno smoothie poiché è fonte di fitonutrienti, proteine, vitamine e antiossidanti. Valgono le regole della frutta, cioè che sia quanto più controllata possibile, altrimenti rischierete di ingerire pesticidi vanificando l’azione benefica degli smoothie, e fresca. La verdura in assoluto più presente nei green smothie è il cavolo riccio, in inglese Kale, alle cui foglie si attribuiscono effetti positivi sulla capacità di disintossicare l’organismo e quindi di diminuire il rischio di cancro. Rucola verde e cavolo cappuccio presentano le stesse qualità del Kale che non sempre è di facile reperibilità.

Le verdure rosse, tra cui ingiustamente collocati gli spinaci, come barbabietole e le bietole apportano una buona quantità di triptofano, ferro e fibre. Se vi sentite stanchi e spossati non aumentate la dose dei vostri caffè quotidiani ma aggiungete uno di questi 3 elementi ai vostri smoothie.

Per ultime, ma non meno importanti, citiamo le verdure appartenenti alla famiglia botanica delle Apiaceae, carote, sedano e prezzemolo, le cui foglie contenenti clorofilla sono capaci di aiutare nella riduzione del colesterolo e dello zucchero nel sangue.

Liquidi

Spesso si sottovaluta questa parte e ci si concentra sulla scelta delle precedenti ma il liquido usato non solo conferisce gusto e gradevolezza differenti allo smoothie ma apporta anche diverse proprietà.

L’acqua è senza dubbio l’ingrediente di più facile reperibilità e l’uso di acqua ionizzata, a contenuto di sali nobili, magnesio, sodio cloro e potassio, trasforma il vostro smoothie in un vero e proprio integratore da bere dopo l’attività fisica. Buone alternative sono le acque profumate che potete realizzare mettendo in infusione le erbe aromatiche, o la frutta, che più vi aggrada. L’acqua di cocco è considerata multivitaminica.

Per chi non è intollerante o non è vegano, il latte vaccino è un’altra soluzione semplice e a portata di mano che apporta una quota proteica non indifferente. Può essere usato assieme ad un paio di cucchiai di yogurt magro non zuccherato o di yogurt greco per ottenere uno smoothie più cremoso.

Latti vegetali di mandorla, soia, farro o riso sono i più indicati per gli smoothies e quelli che più si conformano alla sua idea salutistica. Possono essere preparati in casa oppure acquistati già pronti. Apportano una moderata quota proteica ma molte vitamine e sali minerali. Con l’aggiunta di un carboidrato e qualche fonte proteica esterna aggiuntiva lo smoothie diventa parte centrale della colazione.

SuperFood

Sono elementi, spesso polveri, che aggiunti allo smoothie lo caratterizzano dal punto di vista nutrizionale: bacche di Goji, polvere di acaj e spirulina, per esempio, faranno diventare il vostro smoothie un potente antiossidante e vi aiuteranno a ripristinare l’equilibrio dell’organismo. La farina di canapa apporterà una notevole quota proteica e aggiunta assieme al latte vegetale trasformeranno lo smoothie in un pasto completo.

 

Focus: le 5 porzioni al giorno di frutta e verdura.

Sentiamo spesso ripetere che occorre mangiare almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura per il benessere del nostro corpo, che ha bisogno di cibi freschi, ricchi di vitamine e capaci di reidratare i liquidi persi durante le attività quotidiane. La frutta e la verdura, se di buona qualità e possibilmente coltivate in maniera sana e genuina, costituiscono gli alimenti che per eccellenza soddisfano queste nostre necessità.

Tuttavia al giorno d’oggi i pranzi diventano sempre più dei microspuntini dove il tempo da dedicare alla porzione di frutta e di verdura viene sacrificato. Della colazione abbiamo già parlato: le abitudini alimentari del popolo italiano non sono delle migliori ed è molto raro trovare sul tavolo del primo pasto della giornata una bella macedonia di frutta fresca, magari arricchita con frutta secca, o dei succhi non edulcorati.

Eppure lo smoothie è tra le preparazioni più semplici e al tempo stesso nutriente che possiamo avere a disposizione, senza trascurare l’aspetto del gusto. Uno smoothie di circa 250 g può essere un modo, gradevole, di apportare al nostro organismo almeno 2 delle porzioni di frutta e verdura giornaliere necessarie.

Leggi anche:

.button-59253ca5dfa58 { margin-bottom: 15px; margin-top: 0px; min-width: 0px !important; } .button-59253ca5dfa58 { background-color:#f09f8c; } .mk-button.button-59253ca5dfa58.flat-dimension:hover { background-color:#dd3333 !important; }
.button-59253ca5dfc10 { margin-bottom: 15px; margin-top: 0px; min-width: 0px !important; } .button-59253ca5dfc10 { background-color:#f09f8c; } .mk-button.button-59253ca5dfc10.flat-dimension:hover { background-color:#dd3333 !important; }
Recommended Posts

Leave a Comment

benesserecosmesi